Quali sono le cause delle zone Wi-Fi morte?

Tutto ciò che interferisce con le onde radio del segnale Wi-Fi può causare una zona morta, dalle pareti costruite con rinforzi in ferro, ad armadi di metallo di grandi dimensioni, ma anche altri dispositivi che possono interferire con i segnali Wi-Fi, principalmente vecchi telefoni cordless, forni a microonde, sistemi di sicurezza senza fili e sistemi audio senza fili.
Un altro problema che causa punti morti è la densità di reti wireless, come ad esempio in condomini dove in ogni appartamento è presente un router wireless, la copertura Wi-Fi può essere limitata dalle interferenze delle reti Wi-Fi dei vicini che utilizzano lo stesso canale wireless.

I rimedi per zone wireless morte:

-Riposizionare il router spostandolo ad esempio in una zona più centrale o comunque più vicino al punto che volete venga raggiunto dal Wi-Fi
- Regolare l'antenna del router posizionandola in verticale, in quanto la posizione orizzontale limita la potenza
- Spostare gli ostacoli e dispositivi che potrebbero causare interferenze vicini al router o posti nel percorso che il segnale percorre per raggiungere una zona

Se i precedenti consigli non hanno funzionato, allora potete provare a
- Cambiare canale wireless dalle impostazioni del router
- Aggiungere un ripetitore wireless per estendere la copertura

O infine
- Utilizzare una connessione cablata tramite cavo Ethernet o se non volete avere fili per casa acquistare un Kit per trasformare le prese di corrente in access Point Wifi, come il Tp-Link TL-PA411KIT.