+ Rispondi alla Discussione

Storia della Nintendo, Come nasce e si sviluppa

  1. #1
    Storia della Nintendo, Come nasce e si sviluppa

    La storia della Nintendo come molte persone non sanno non inizia negli anni 80 bensì molto prima. In fatti non poche persone la legano al solo mondo del viedo game ma non fu sempre così.

    Bisogna torna indietro quasi di altri 100 anni per scoprire le origini delle Nintendo. Infatti se avessimo avuto una macchina del tempo e fossimo tornati nel lontano 1889 saremo stati sorpresi nel vedere che la Nintendo esisteva già all'epoca; già ma che produceva?
    Non preoccupatevi non produceva ancora consolle e game ma bensì card, precisamente carte da gioco giapponesi.
    Il nome Nintendo fu scelto perchè era d'impatto e per una casa di carte da gioco non c'era niente di meglio* ,era il migliore modo per chiamare la propria azienda visto che le carte erano anche usate per interrogare i cieli sul destino degli uomini. L'azienda passo di generazione fino a quando passò al pronipote di Fusajiro Yamahuchi fondatore della nintendo.
    Ora il mome dell'azienda è precisamente Nintendo Playing Cards Co. Ltd e siamo nel 1951. L'azienda cresce fino a diventare il leeder incontrastato nel proprio settore, arriva a stringere dei patti con la Walt Disney per la creazione di gagets e giochi da tavolo.
    La vera riuvoluzione avenne nel 1970, quando le indagini di mercato indirizarono l'azienda alla produzione di giocattoli elettronici.

    *nintendo tradotto dal giapponese significa: tempio del potere celeste (chi di voi lo sapeva?)


    Shigeru Miyamoto

    La sua storia inizia il 16 novembre del 1952, a Sonebe vicino Kyoto, l'avventura di Shigeru Miyamoto, definito da qualcuno "lo Spielberg dei videogiochi". Nato in una famiglia povera, fin dall'infanzia cresce in lui la consapevolezza di dover esprimere la sua fantasia attraverso l'estro artistico. Comincia dunque a coltivare le sue passioni: il disegno e i modellini in plastica, fondando perfino un club per gli amanti dei cartoni animati. A 18 anni entra al Kanazawa Munici College, anche se il suo tempo libero viene dedicato ai fumetti e alla musica piuttosto che allo studio, tanto che impara a suonare la chitarra ed entra a far parte di un gruppo con cui si esibisce in diverse occasioni. Nonostante tutto nel 1977, dopo cinque anni di sforzi, si laurea e chiede al padre di contattare quel suo vecchio amico che lavorava nella compagnia di giocattoli di nome Nintendo, per trovargli un posto di lavoro.


    L'incontro tra la Nintendo e Shigeru Miyamoto


    ..nemmeno a farlo apposta questo vecchio amico altri non era se non Hiroshi Yamauchi, lo storico presidente della Nintendo. Malgrado la società non avesse bisogno di un giovane artista, quest'ultimo decise comunque di fissare un primo colloquio con Miyamoto. A questo ne segui subito un secondo nel quale Shigeru riuscì ad esprimere tutta la sua bizzarria, mostrando alcune sue strane invenzioni: un giubbetto salvagente per bambini, un orologio a cucù per un parco giochi e una giostra a tre posti a forma di cigno.
    Grazie alla sua ingenuità così vicina a quella dei bambini, il giovanissimo Miyamoto venne nominato dal presidente "primo artista della Nintendo", in veste di supervisore di nuove idee per giocattoli. Nel 1980 il mercato degli arcade negli States subì però un brusco rallentamento, al quale il presidente della Nintendo of America Minoru Arakawa tentò di porre rimedio lanciando nei negozi una grande hit: uno shootem up dal nome Radarscope. Purtroppo questo gioco non riscosse il successo sperato (anche per il ritardo accumulato nella fase di realizzazione), particolare che convinse Yamauchi ad intervenire immediatamente con un nuovo prodotto affidato stavolta a Miyamoto. Dimostrando grande coraggio nel seguire i suoi gusti e le sue intuizioni, l'artista capì che i soliti giochi di tennis o gli sparatutto (allora molto in voga) non rappresentavano più il massimo dell'interesse per i videogiocatori e decise di abbandonare l'intero progetto Radarscope per crearne uno nuovo in cui oltre all'azione fosse valorizzata anche la trama.
    Dopo essersi consultato con gli ingegneri sulle capacità tecniche dell'arcade a sua disposizione, cominciò dunque a scrivere la storia del gioco: il protagonista divenne un gorilla che detestava talmente tanto un buffo carpentiere da rapirgli la fidanzata.
    Lo scopo di tutto? Arrampicarsi su una costruzione per raggiungerne la cima e liberare la ragazza, stando naturalmente ben attenti a non essere colpiti dai barili lanciati dal gorilla. Miyamoto inoltre si impegnò affinché le varie parti del corpo del personaggio baffuto fossero distinguibili e maggiormente visibili sullo schermo. Per fare questo lo caratterizzò con un colore molto acceso e lo munì di un paio di guanti bianchi per evidenziare le braccia; per sopperire alla limitatezza rappresentativa dei pixel, gli aggiunse poi un bel nasone, un paio di baffoni e un cappellino rosso per ovviare alla difficoltà di quei tempi di rappresentare accuratamente i capelli. Come se non bastasse Miyamoto in persona diventò l'autore delle musiche del gioco con l'ausilio di una piccola tastiera collegata a un normalissimo registratore a cassette.
    Una volta ultimata la programmazione del gioco arrivò dunque il momento di trovargli un titolo. Correva l'anno 1981 e la Nintendo di fatto creò il suo primo capolavoro, Donkey Kong. L'inizio di una grande serie che porto alla realizzazione di grandi game che hanno fatto la storia, dalla saga di Mario, all'altra tanto fortunatissima serie di Zelda.


    Era del 1981 la prima comparsa di Mario proprio con questo titotolo; il nome dokey kong significa letteralmente gorilla stupido, voleva essere una specie di parodia del grande film che spopolò nelle sale di tutto il mondo: "King Kong", il gioco in se fu una vera rivoluzione infatti non era il solito sparatutto, non era la solita partita a tennis o a pang, era molto di più, fu uno dei primi game ad avere una trama, infatti il personaggio con capellino rosso e guanti bianchi doveva liberare una principessa rapita da un gorilla, letteralmente mandò in visibilio i giocatori, non si giocava più per un solo gramo divertimento ora c'era una missione ben più nobile dell'accumulare il maggior punteggio possibile, bisognava liberare la principessa.
    Ci troviamo difronte al primo abozzo di mario, nacque come carpentiere e il suo nome non era ancora definito, il nome originario era Jamping Man, ma la nintendo ne impose un altro: MARIO, come il il propretario di origini italiana dei magazzini dati in affitto alla filiare americana della nintendo, più lo si guardava quel buffo personaggio e più ci si rendeva conto che assomigliava più ad un idrauilico che ad un capentiere, ed ecco il personaggio è costruito. Mario l'idraulico che solcherà due decenni di gaming spadroneggiando in una marea di record è stato creato!.



    Nel 1983 Mario vede nascere suo fratello Luigi per approdare in un nuovo games, suo compagno di avventure in Mario Bros, in cui i due fratelli idrauilici, controllati da due giocatori simultaneamente, disinfestano una cantina da fastidiosi ospiti indesiderati che viaggiano dentro le tubature. Ha preso forma ormai a tutti gli effetti il personaggio, sarà una carta vincente che la nintendo saprà ogni volta rinnovare con molta oraginalità e a cui il pubblico presto si affezionerà. (Basti pensare che in america hanno girato anche un film sulla sua s)




  2. #2
    Utente Esperto L'avatar di Unreal
    Data Registrazione
    Jul 2013
    Messaggi
    493
    mah come console non mi e mai piaciuta molto preferisco 1000 volte XBOX360 :40:
    Storia della Nintendo, Come nasce e si sviluppa

  3. #3
    FederatorZ L'avatar di Meltrox
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Reg. Sicilia Città Catania provincia Mascalucia
    Messaggi
    1,347
    Bellissimi storia *w*

  4. #4
    Competition Manager L'avatar di GattoMalvagio
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    977
    Mhh, io preferisco la Xbox 360 (Kinect, possibilmente) pero' ho alcuni amici che hanno questa console e non è affatto brutta, anzi è carina, pero' la grafica è brutta (qualità ecc.), i giochi non sono molto sviluppati Pero' insomma ogni console ha la sua caratteristiche. Faccio notare che è uscita prima La Nintendo Wii delle altre console (PS3, Xbox360 ecc.)!
    Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare.

  5. #5
    Il topic ha lo scopo di raccontare la storia della nintendo, non è una domanda qual'è la tua console preferita comunque sia ottimo topic

+ Rispondi alla Discussione

Risposta Rapida Risposta Rapida

Se sei già registrato, effettua il login in alto.

1+2=? scrivi in lettere la risposta
for verify write: tre

Termini piu ricercati:

Nintendo quando nasce