Nel 2011, poco più di 4 anni fa, ho chiuso col telefono di casa. Archivio tutte le bollette pagate col RID e amen.
Sorpresa: ricevo in questi giorni cartella di società recupero crediti che mi chiede conto dell'ultima bolletta più sanzione più interessi più altro totale: che mazzata! :x

Procedo a verifica ed in effetti l'ultima bolletta che pensavo di avere pagato direttamente col RID bancario non l'ho mai pagata semplicemente perché all'epoca avevo migrato il servizio su altra banca ma il servizio non è mai stato attivato (!)

Mi chiedo, ma l'operatore telefonico non poteva inviarmi un sollecito, una lettera, una mail, un sms, una qualsiasi cosa ad uno dei mie contatti fisici, telefonici o telematici in suo possesso prima di passare tutto al recupero creduti e dopo ben 4 anni?

Sarebbe giusto se venissero a chiedermi tutto quello che mi chiedono se avessi fatto orecchie da mercante anche ad un solo sollecito. C'è un modo per contestare tutto ciò per limitarsi a pagare una bolletta che se mi fosse stata semplicemente inviata di nuovo avrei pagato senz'altro?

Grazie

wil


Discussione iniziata da xwil in Categoria Consulenza Legale nella data di 29-05-2015 14:35.