La manifestazione degli ippici arrabbiati e sconsolati ha avuto l'esito che mi aspettavo, coloro che hanno promesso la solidità e la sicurezza si sono tirati indietro. Oramai siamo entrati in una spirale dalla quale difficilmente riusciremo ad uscirne senza le ossa rotte,forse a mio modesto parere si può fare un ultimo tentativo che vado ad elencare. Premesso che è solo una questione di danaro che tiene in vita qualsiasi economia lavorativa,bisogna lavorare su questo punto in maniera maniacale ed efficente. Il mondo cambia ed è in continua evoluzione quindi il pubblico vuole emozionarsi sempre più e nutrirsi di questo nettare. Un o spettacolo che dura dalle tre alle quattro ore deve aver il contorno necessario per renderlo appettibile dove si svolge appunto,quindi la gara ippica negli ippodromi con un contorno ben variegato costruito intorno. Vengano le famiglie,vengano i bimbi ad ammirare il cavallo nella sua immensa bellezza,ma poi la rete esterna va fortificata,va aiutata,va trattata come una mamma tratta il proprio neonato,perchè è la base sulla quale non si può prescindere per ricavare le risorse necessarie. Non è che in francia il pubblico negli ippodromi sia straripante,però è straripante ed attenta la raccolta e la giusta ubicazione dei punti p.m.u. Quindi riforma delle scommesse che devono essere più appetibili,programmazione più dettagliata perchè è alla base di tutto,agenzie più accoglienti con professionisti del settore scommesse, e soprattutto un manager fuori dall'ippica che prenda il timone della nave e la porti in acque calme e chete con un programma di sviluppo in termini numerici ,in termini di programmazione ed in efficenti termini di raccolta. Solo allora potremmo guardare l'orizzonte con un atteggiamento diverso,solo allora potremmo mettere la prima pietra per uscire veramenta dal baratro,solo allora si creeranno le condizioni necessarie per un serio rilancio per uno spettacolo unico al mondo.:ok:clap


Discussione iniziada da nuridaelnella categoria Tondino nella data di 23-06-2015 16:34.