Domani va in scena l'ennesima manifestazione di protesta dell'ippica contro le istituzioni. Tanta gente con striscioni che protesterà e vorranno le sicurezze dal governo, vorranno incassare i premi arretrati e salvare l'ippica dal default. Uscirà il solito politico tirapiedi che calmerà il corteo ,lo ascolterà e poi farà promesse di coccodrillo. Alla fine tarallucci e roccocò per tutti,abbiamo assistito all'ennesima replica del mugugno infruttuoso. Capocchioni di ippici che non siete altri,forse non avete ancora capito che sono le scommesse che rendono competitivo il settore perchè producono risorse per tutti,scommesse che sono in discesa libera e quindi non interessano molto a chi invece deve sempre e comunque guadagnare. Vi rimanderei per essere più incisivo all'arronzamento che il presidente Jensen fece nel film quinto potere al divo del momento della tv Howard Bird, lì si che spiegano bene come funzionano gli ingranaggi di tutto quello che ci circonda. Senza danari non si cantano messe altro che condizionate da nababbi per pochi intimi e gran premi e centrali da emiri. concludo dicendo che torno da Ibiza e là pur essendoci un po di pubblico si corre per tre cocomeri e due culatelli.:beer:prrr:zZz:ok


Discussione iniziada da nuridaelnella categoria Tondino nella data di 22-06-2015 19:35.