IPPICA ALLA FAME, D'ALESIO scrive a RENZI

Gentile Presidente,
Apprezziamo molto il lavoro difficile e complesso che il Suo Governo sta portando avanti su tanti temi importantissimi per il nostro Paese come: Il Lavoro , la scuola,,la riforma elettorale,le riforme istituzionali, l'immigrazione , la lotta alla corruzione, la riforma della pubblica Amministrazione e ante altre questioni vitali per la nostra economia e per il rilancio del nostro grande Paese.
In questo difficile contesto ci permettiamo di segnalarle un altro tema sul quale sarebbe, a nostro parere, importante un Suo autorevole intervento: LA CRISI DELL'IPPICA. L'ippica, infatti, sta attraversando una crisi gravissima che coinvolge oltre 50 Mila operatori,38 ippodromi, di cui 32 di proprietà comunale ( come Firenze che lei conosce benissimo), centinaia di allevatori e proprietari, e migliaia di cavalli.
Nella Delega fiscale e' prevista la Riforma anche dell'ippica e noi vorremmo poter dare il nostro contributo per la sua migliore stesura ed in questo senso >abbiamo richiesto la costituzione di un tavolo di lavoro al ministero delle Finanze ed al ministero dell'agricoltura, che dopo la chiusura dell'Unire, sono diventati i nostri Ministeri di riferimento.
Stiamo aspettando una loro risposta e Le chiediamo un Suo intervento per dare urgente concretezza a questa nostra proposta.
L'ippica italiana non può morire .. Grazie Presidente.

Attilio D'Alesio Presidente Coordinamento Ippodromi

Copyright 2015 - CAVALLO 2000


Discussione iniziada da king1987nella categoria Tondino nella data di 10-06-2015 12:13.