E' bastato che il Pil cinese calasse di 1-2 punti ed è scoppiato l'inferno.
Borse mondiali in nera crisi, petrolio in forte calo tanto da mettere in crisi l'economia di molti Paesi.
Però sembra che in tutto questo guazzabuglio i meno preoccupati siano proprio i cinesi che continuano ad investire a destra e a manca a piene mani soprattutto in Europa. A tal riguardo ne ha parlato Report giusto ieri sera.
La Germania, al solito, crisi o non crisi gode di un notevole surplus della bilancia import-export. L'Italia, incapace di vendere in casa, si salva con l'export e l'argomento di attualità sono i diritti omosex. Di Spagna e Portogallo ormai si conosce ben poco. La Grecia sta sprofondando e non sa più cosa vendere del suo patrimonio. La Gran Bretagna sembra diventata il novello Eldorado anche per i giovani italiani. Tace la Francia e forse è meglio così per evitare nuove disgrazie.
Si diceva fosse augurabile che il cambio dollaro-euro si ridimensionasse, senza tener conto che gli USA continuano a stampare moneta a pioggia.
E' veramente un casino mondiale.


Discussione iniziada da asso di bastoninella categoria Attualità nella data di 09-02-2016 18:52.