Ieri, alla leopolda

«Nessun favoritismo: non abbiamo scheletri nell’armadio». Alza la voce, Matteo Renzi, dal palco della Leopolda. Al minuto cinquantadue del discorso di chiusura legge il passaggio più difficile e si accalora: «Chi ha sbagliato pagherà, non ci sono mai stati intoccabili. Ma chi pensa di strumentalizzare i morti, personalmente mi fa schifo».

da lastampa.it

Però, in passato(festa unità)

Renzi il burlone in Attualità

Ma non si rende conto da solo?


Discussione iniziada da imerossecnella categoria Attualità nella data di 14-12-2015 01:22.