Vengo etichettato come incompetente e cattivo. Per quello che riguarda l'incompetente vorrei sottolineare che vado alle corse o in agenzia ippica da 45 anni tutti i giorni, conosco le caratteristiche basilari di tutti i trottatori e quindi mi ritengo una persona molto preparata nell'argomento in questione. Per quello che riguarda la cattiveria è totalmente fuori luogo perchè sottolineo soltanto le grossolane interpretazioni dei vari drivers in pista tralasciando le pilotate da campioni essendo queste per me naturali da parte di chi le ha effettuate. Prendiamo ad esempio l'ultima corsa di roma trotto ieri: R. Andreghetti è in schiena a Global Manhattann poi secondo sul palo, deve ciucciare la sua schiena visto che viene comunque da un breve errore al via e provare ad uscire di scatto ai 200 finali dalla sua scia, invece nella lunga retta di arrivo di Roma tenta un passaggio interno per me alquanto improbabile con un cavallo comunque particolare col risultato di ripetere l'errore, il campione del mondo doveva fare meglio, G. Di Nardo anche lui chiuso in corda trova tardi l'aria con Pick and Go e quando vede la luce è lanciatissimo per il rush finale, il suo interprete pensa bene di piegarlo di dentro e finisce col tamponare quelli davanti nonostante una chiusa in 42 secondi per i 600 finali, anche da lui mi sarei aspettato che col cavallo cosi veemente spostasse verso l'esterno e si producesse in finale arrembante, quindi sottolineo la sua pessima interpretazione da dilettante, F. Esposito delizia i palati più fini con uno slalom perfetto degno di Ingemar Stenmark nel momento più radioso della sua carriera e ne esce vincitore e trionfatore sotto tutti gli aspetti, chapeau. Per concludere visto il gruppo ammassato davanti a loro era normale che altri tre di dentro non sarebbero potuti passare, quindi due bocciati ed un promosso, questa non mi sembra cattiveria ma realtà e competenza,tutto qua.:boh:boh:boh:boh


Discussione iniziada da nuridaelnella categoria @ChorseNews nella data di 15-11-2015 11:05.