un Carlo Zuccoli super-incazzato
ce l'ha con la funzionaria del Mipaaf
STEFANIA MASTROMARINO
..Dottoressa Stefania Mastromarino, avanti tutta: attenzione, ride bene chi ride ultimo (13/11/2015 - 14:19)
..Come già scritto la Dottoressa Stefania Mastromarino, Supremo dell’ippica Italiana – reparto Galoppo, dopo due gradi di giudizio sportivo negativi per il Signor Stefano Botti e per il suo Avvocato (doping della cavalla Cherry Collect venduta a componenti della famiglia Yoshida, in Giappone: chissà come saranno contenti, allo stato dei fatti, questi Signori), dopo un altro grado di giudizio, questa volta avanti il TAR del Lazio, che è stato ancora una volta negativo per il Signor Stefano Botti e per il suo Avvocato (il TAR ha respinto, con condanna anche alle spese, la richiesta di sospensiva della squalifica comminatagli dalla giustizia sportiva – ippica), ha dato via libera al Signor Stefano Botti, tre volte bocciato, per continuare ad allenare, come se niente fosse.
Non c’è che dire, ci vuole un bel coraggio.
Chissà cosa ne pensano le Autorità ippiche Internazionali?
Ma c’è un’altra domanda, molto, molto importante per la stessa Dottoressa Stefania Mastromarino.
Dicono che da molti anni l’Italia ippica, quindi lo Stato Italiano che sussidia e alla fine i contribuenti Italiani, paghino a GBI Racing, il 3,3% sul movimento delle scommesse sia al Totalizzatore Nazionale sia a quota fissa per le corse Inglesi e Irlandesi trasmesse dalla TV di Stato e sulle quali gli Italiani possono scommettere.
La commissione, di norma, nel caso di non massa comune, è del 3%, se si tratta di commissione.
Come mai c’è questo sovrapprezzo, del tutto anomalo rispetto alle regole consolidate nel mondo?
Rappresentante Italiano di GBI Racing è il Signor Paolo Benedetti, cui la Dottoressa Mastromarino potrebbe chiedere lumi.
Il 10% del 3% è per caso una commissione incassata da un Italiano, da un Inglese, da un Italiano e da un Inglese, che “spartingano” o da chi o di che cosa si tratta?
E’ un sovrapprezzo, che se di commissione si tratta, dovrebbe essere corrisposta (chissà a chi) dal venditore dei diritti TV e per le scommesse e non dall’acquirente.
La Dottoressa Mastromarino potrebbe chiedere lumi anche al Signor Matthew Imi, incaricato da GBI Racing di seguire la pratica Italia.
Quello stesso Signore che, anni fa, impedì con tutte le sue forze, a un concessionario Italiano per le scommesse ippiche, di abbellire le trasmissioni delle corse Inglese e Irlandesi inviate da GBI Racing all’UNIRE, per aumentare i volumi scommessi e quindi gli incassi sia di GBI Racing (e quindi degli ippodromi Inglesi e dell’UNIRE), sul presupposto che ci voleva l’assenso del N. H. Dr. Francesco Ruffo della Scaletta che, una volta tanto, disse una cosa giusta:” Non sono competente in materia, non spetta a me e all’UNIRE decidere cosa il concessionario può e vuole fare”.
Il Signor Imi, testardo, impedì ogni abbellimento.
Restiamo in attesa della risposta da parte della Dottoressa Stefania Mastromarino, cui ieri abbiamo sottoposto altri 5 (cinque) quesiti importanti.
Pubblicheremo le sue risposte Martedì dopo le ore 16 e se non avremo risposte alcuna, pubblicheremo le domande e poi metteremo tanti puntini e ognuno si assumerà le proprie responsabilità.
Carlo Zuccoli

foto
dott.ssa Stefania Mastromarino

Immagini allegate ZUCCOLI (incazzato).scrive alla Mipaafdott. Stefania Mastromarino in @ChorseNew



Discussione iniziada da king1987nella categoria @ChorseNews nella data di 13-11-2015 15:41.