Il gioco del calcio ha una sua netta semplicità.

I ruoli per DNA non sono un optional.

Florenzi terzino è una bestemmia calcistica (lo scrivo da sempre) , ogni squadra che affronta la Roma lo sa e sfrutta tale bestemmia, attaccando al 98% dalla sua parte.

Lo fa iniziare terzino destro, per farlo finire alto a sinistra. L'opposto.

De Rossi da centrale di difesa è una bestemmia calcistica.

Nainggolan regista è una bestemmia calcistica.

Gervinho e Iturbe centravanti sono due bestemmie calcistiche.

Vainqueur è una bestemmia - non solo calcistica.

Un allenatore che mette in atto tale sequela di bestemmie, o è in confusione totale, o è una bestemmia come allenatore.

Siccome credo che sia un ottimo allenatore, resta il momento confusionale.

Lo scorso anno c'era il problema atletico, stasera nel secondo tempo correvano il doppio del primo. Con gli accorgimenti dovuti.

Che non sia un alibi la "desantissicchiata" del polacco sul secondo goal, c'era tutto il tempo per riprenderla.
Che non sia alibi il goal divorato da Salah, la traversa di Florenzi.
A questi devi fare tre goal senza se e senza ma.
Evitando il numero di bestemmie calcistiche messe in atto in questa partita.
Numero industriale.

Momento delicato (eufemismo).
Se i calciatori non credono più in ciò che gli impone Garcia, cambino (la società) alla svelta.

Se si cambia serve un allenatore che oltre che Cristiano (anti bestemmie) dovrà essere carismatico.

La Roma storicamente ha vinto solo con allenatori carismatici.
Roma è una città particolare, se non hai carisma ti divora.

In questo vedo solo un nome: Ancelotti.

Se decideranno di cambiare.

In ogni caso, sono convinto che il rapporto tra Garcia e Roma, sia a mezzo centimetro dall'essersi rotto, o forse sì è già rotto.
Pur vincendo a Palermo, sarebbe un rimandare.

Garcia ultimo anno di Roma, anche vincesse (iperbole vista la situazione) lo scudetto.
Quota: 1/1.000.000.000




Discussione iniziada da Lucanella categoria Calcio nella data di 29-09-2015 23:06.