Fiat Chrysler è stata scelta dal sindacato americano Uaw come azienda “target” nel negoziato per il nuovo contratto di lavoro Usa che avrà validità fino al 2019. Tradizionalmente, la Uaw sceglie uno dei tre big come riferimento per la firma iniziale del contratto, che viene poi di fatto esteso agli altri due con poche modifiche. I negoziati sono già in corso e un accordo potrebbe arrivare già in giornata, poiché la scadenza dell'attuale contratto è alla mezzanotte di oggi. Sergio Marchionne, numero uno di Fca, è negli Usa e vi rimarrà per seguire la trattativa, annullando con ogni probabilità la presenza al Salone di Francoforte.

Nel caso in cui non venga raggiunta un'intesa, il contratto verrà prorogato per il tempo necessario; gli iscritti al sindacato di Fca, Motors e Ford hanno già autorizzato la proclamazione di uno sciopero, ma la mossa è ritenuta poco probabile. Per Fca e Gm è la prima volta che i dipendenti possono scioperare da quando le due aziende, nel 2009, finirono in bancarotta pilotata


Discussione iniziada da navarra5nella categoria Attualità nella data di 15-09-2015 20:38.