Il "rivoluzionario" (venditore di pentole).

Se la compreranno pezzo per pezzo a prezzi stracciati.
Iniziano con gli aeroporti, assest strategici e produttivi, visto che la Grecia vive molto di turismo.


Bruxelles: "Prendiamo nota delle prime decisioni concrete prese questa mattina, ma aspettiamo di vedere maggiori dettagli"
Il governo greco ha approvato la cessione di 14 aeroporti regionali al gestore tedesco Fraport per 1,23 miliardi di euro. Lo si è appreso dalla Gazzetta ufficiale di Atene, con una risoluzione firmata dal vicepremier Yanis Dragasakis, dai ministri delle Finanze, Euclides Tsakalotos, Economia, Yorgos Stathakis, ed Energia, Panos Skurletis.

Si tratta del primo processo di dismissione dei beni pubblici completato dal governo di Alexis Tsipras ed era previsto dal memorandum d’intesa che il governo di Atene ha concordato con i suoi creditori internazionali per ottenere l’ok al programma di aiuti da 86 miliardi di euro. Gli aeroporti che vengono ceduti sono quelli di Salonicco, Kavala, Corfù, Zante, Canea, Cefalonia, Aktion, Rodi, Kos, Samos, Mitilene, Mykonos, Santorini e Sciato.

Nel novembre dell’anno scorso Fraport era stata dichiarata “investitore privilegiato” per la locazione e la gestione dei 14 aeroporti in collaborazione con il gruppo energetico greco Copelouzos. La conclusione dell’accordo era però stata bloccata a causa del cambio di governo dello scorso gennaio, quando le autorità elleniche dissero di voler riesaminare i termini del contratto. L’autorità di privatizzazione greca Taiped ha di recente approvato il progetto e secondo la Gazzetta ufficiale, non c’è stata alcuna variazione nelle condizioni di cessione. Il prezzo degli aeroporti arriva a 1,230 miliardi di euro e Fraport si è impegnata a investire 330 milioni nei primi quattro anni e 1,4 miliardi nei prossimi 40.

“Prendiamo nota delle prime decisioni concrete prese questa mattina, ma aspettiamo di vedere maggiori dettagli”, ha commentato la portavoce della Commissione Ue, Annika Breidthardt, affermando che il contratto deve essere ancora firmato e l’intesa finalizzata. La portavoce ha quindi ricordato che il Memorandum d’intesa per il terzo programma greco prevede che il Fondo da 50 miliardi per le privatizzazioni sia reso operativo entro fine anno.

P.S. Che casualità. Li prende una società tedesca.


Discussione iniziada da Lucanella categoria Attualità nella data di 18-08-2015 14:03.