Ciao ragazzi, vorrei un consiglio.

5 anni fa prestai a quello che era un amico 18mila euro, mi feci firmare un foglio con nomi, cognomi, ecc ecc. dove si diceva che in forma di prestito non oneroso gli prestavo questa cifra.

Siccome la persona negli anni si è comportata male, e a me serviva la cifra tramite avvocato e poi tribunale glieli ho chiesti indietro.

Problema, questo ragazzo (che in effetti ha avuto anche problemi) non ha NIENTE di intestato (immobili, autoveicoli), al momento non lavora e abita in affitto in un appartamento che so che gli pagano i genitori ogni mese.

L'avvocato mi ha detto che comunque possiamo bloccargli il conto (sempre che lo abbia, ma non mi aspetto nulla di che).

La mia domanda è: Voi nei miei panni che fareste?

Considerando anche che l'avvocato mio non lavora gratis, una volta che il giudice dà l'ok per il decreto ingiuntivo, c'è un limite di tempo o va avanti tutta la vita? O che so l'ufficiale giudiziario o chi per lui ha tempo un tot di mesi per verificare beni o proprietà dopodichè mi attacco al tram e spingo?

O posso che so ogni 6 mesi richiedere verifiche, conti, proprietà ecc. ecc.?

Grazie dell'attenzione, spero di essermi spiegato bene, anche se ormai questi soldi li dò per persi, solo che non vorrei spendere il doppio della cifra con l'avvocato e perdere tempo avanti e indietro per poi prendere nulla.


Discussione iniziata da laoracing in Categoria Consulenza Legale nella data di 06-07-2015 14:02.