Salve a tutti, sono Andrea, ho 31 anni e sono uno di tre gemelli maschi. Viviamo separati ma diciamo nella stessa casa, in quanto questa è stata divisa per ricavare tre appartamenti. Condividiamo lo stesso lavoro in proprio avendo un negozio di arredamenti. Purtroppo con uno di loro è sorto un problema a cui fin ora non riesco a creare soluzione. Il mio problema è nato circa 3 anni fa quando uno dei miei fratelli ha conosciuto una ragazza. Rapporto subito stringente, classico colpo di fulmine. A quel punto si sono trasferiti in una casa diversa da quella attuale che mi mamma aveva a suo tempo comprato. Lo vedevamo molto di meno perché in quel momento aveva deciso di dedicarsi a questa conoscenza. Dopodiché a circa due mesi da questo principio di convivenza, la compagna di mio fratello rimane incinta. Da li il mio rapporto con l'altro cambia: ansia, imbarazzo, difficoltà ad essere "naturale" come prima. Difficoltà a sostenere una conversazione e impossibilità a rimanere da soli in quanto i silenzi sono interminabili. Cosa può essere? Io credo che il passaggio da questo rapporto a 3 ad un rapporto più a due, nuovo e sconosciuto, con ruoli più rigidi e meno flessibili mi abbia disorientato e confuso creando questo stato di ansia con l'altro. Una intimità non più mediata dall'altro ha potuto creare tutto questo? questa è la mia idea. Cosa ne pensate ? Grazie Distinti saluti


Discussione iniziada da:andrea8419.a nella categoria Psicologia in data: 04-08-2015 11:54.